Segni della Corte Suprema con frammenti d'oro nelle controversie bancarie

Supreme Court Sides With Bitcoin Broker "Bits of Gold" in Israeli Bank Dispute

Su appello, la Corte Suprema israeliana ha respinto la chiusura delle strutture bancarie di Bits of Gold presso la banca Leumi, a Tel Aviv.

The Israeli cryptocurrency brokerage’s appeal followed a precedente sentenza contro di esso che ora è stato messo da parte dalla corte superiore.

Mentre Israele e molti altri paesi combattono con il fenomeno accelerato delle valute virtuali, Leumi Bank ha recentemente fatto notizia per essere stato particolarmente brusco nel rifiuto di Bitcoin.

Ovviamente non dovremmo essere sorpresi dall'atteggiamento delle banche nei confronti di bitcoin o di qualsiasi altra criptovaluta. tenere presente che le banche diventano sempre più obsolete grazie a loro. Bit d'oro contro leumi

Continueranno a perdere soldi che ora fanno con ridicole commissioni di lavoro completamente automatizzate. quindi proveranno a vedere come sono in grado di fare l'operazione e acquisire Cryptos  il più difficile possibile sapendo che non saranno mai in grado di fermarli.

There is widespread anticipation that the upcoming G20 Summit in March 2018 will produce a global, moderate framework for a regulatory approach. Set against that are persistent hostile stances the mondo over from banks, asset managers and even governments towards cryptocurrencies.

Ora che i paesi capiscono che ci sono soldi da pagare con le tasse nelle criptovalute, potrebbero voler assicurarsi che le banche rimangano nella loro corsia. 

A parte il servizio delle entrate israeliano che opta per tassa criptovaluta beni come "proprietà" e altri sviluppi più positivi risalenti alla metà del 2017, Israele rimane uno strano miscuglio di gentile accettazione accanto a voci apertamente opposte.

C'è quindi speranza, ma nessuna decisione

Bits of Gold ha combattuto una battaglia di David e Goliath da quando il loro banchiere ha deciso che voleva evitare tutto criptovaluta-correlato attività commerciale.

Come di recente ne ho raccontato un altro bitcoini trader che semplicemente non vogliono il business, la linea dura di Leumi Bank sta accumulando cattiva stampa. La seconda più grande banca in Israele appare discriminatoria quando analizza i commercianti di valuta virtuale e altre imprese di monete digitali.

Durante il 2017, un cliente ha effettuato un bonifico bancario sul sito di scambio di Kraken per l'acquisto di bitcoin del valore di $ 1000. La banca ha identificato la richiesta, l'ha interrotta e ha iniziato indagare.

Bit d'oro

The elated CEO of Bits of Gold, Youval Rouach said that “The court’s decision enables us to focus on the growth of the Israeli cryptocurrency community.”

 

La Corte suprema del 26 febbraio dominante concesso Bit d'oro un'ingiunzione temporanea contro la chiusura del loro conto in attesa di ulteriore esame da parte della banca e di altre parti. Il banco di presidenza ha dichiarato che la società "ha agito in modo trasparente e non ha violato alcuna disposizione di legge".

Chiamando le preoccupazioni della banca "speculative" e rivolgendo un orecchio spiacevole al querelante, la sentenza, tuttavia, consente alla banca di chiudere il conto su qualsiasi piccolo dettaglio tecnico che sfidi la legislazione. Come una registrazione di un pubblico sputò in giro criptovaluta di diritto di essere riconosciuto in molti modi, la sentenza è vista come una vittoria per la comunità locale di criptovaluta.

Un piccolo passo avanti

Although not as absolute as nations like China that has opted for draconian bans, Israel is a front line for digital coins’ right not just to exist, but also become assets in the true sense of the word. The Supreme Court noted in its written ruling that Bits of Gold had not made itself guilty of the violation of any standing laws since opening its doors for business.

 

The Bits of Gold v. Leumi Bank case might become something of a test case once the bank applies its mind in scrutinizing the company’s accounts against the backdrop of existing legislation. The outcome will also be informed by sentiment post the G20 Summit due in March as well as other global regulatory trends.

Ora che i paesi capiscono che ci sono soldi da pagare con le tasse nelle criptovalute, potrebbero voler assicurarsi che le banche rimangano nella loro corsia.

Questo è stato il primo pubblicato da coindesk